Manutenzione dell’attico: chi paga per le infiltrazioni dal terrazzo?

La Suprema Corte di Cassazione, con la sentenza n. 18164 del 25 Agosto 2014, ha chiarito che per stabilire la ripartizione delle spese delle terrazze a livello con funzioni di copertura, non si deve fare riferimento alla proprietà delle medesime terrazze, ma al principio “in base al quale i condomini sono tenuti a contribuire alle spese in ragione dell’utilitas che la cosa da riparare o da ricostruire è destinata a dare ai singoli appartamenti sottostanti”.

Le terrazze a livello attribuite ad uso esclusivo, così come il lastrico solare, sono disciplinate dall’art. 1126 c.c. in base al quale chi ha l’uso esclusivo della terrazza di copertura è tenuto a contribuire per un terzo nella spesa delle riparazioni o ricostruzioni, mentre i condomini che usufruiscono della terrazza come copertura del fabbricato, sono tenuti a contribuire agli altri due terzi, in proporzione del valore del piano o della porzione di piano di ciascuno.

La Corte, inoltre, ha chiarito che dei “ danni cagionati all’appartamento sottostante per le infiltrazioni d’acqua provenienti dal lastrico, deteriorato per difetto di manutenzione, rispondono tutti gli obbligati, inadempienti alla funzione di conservazione, secondo le proporzioni stabilite dal citato art. 1126 c.c.”.

 

 

 

L’Avv. Elena Martini e l’Avv. Cristina Bolognini, con studio legale in Ancona, operano in materia di diritto civile ed, in particolare, di diritto condominiale.

 

 

Tags: , , , , , ,